Consigli
Tools per creazione di app mvp

Top 5 tools per creare app MVP no-code

Frank Vessia
19 nov 2020
Tempo di lettura: 4 minuti, 45 secondi

I migliori tools per la creazione di app MVP no-code, non esiste solo Bubble...


Prima di iniziare questa messa a confronto è doveroso fare una chiara distizione tra il classico Prototiping e MVP. Mentre il primo si basa su una serie di processi produttivi, ovvero il design dell'app e UX e UI, senza però l'aggiunta delle funzionalità vere e proprie, con l'MVP (minimal viable products) viene creato un prodotto funzionante, quindi con anche il codice, che possa essere lanciato sul mercato in tempi ridotti con il minimo delle funzionalità per scopi di test o per le fasi iniziali di un prodotto.

Creare un'app richiede molto tempo e tante figure professionali, per questa ragione si è sviluppata la necessità di creare prodotti che potessero distrubuire app in tempi molto ridotti unificando il processo di design con quello di coding, ed è quello che fa per esempio Bubble, connettendo appunto il prototiping con l'mvp, offrendo app funzionanti al 100% senza la necessità di avere uno o più programmatori a cui passare i propri design da rendere "live".

Vediamo quindi quali software possiamo utilizzare per questo scopo

Bubble

Bubble mvpBubble è il più famoso, è stato uno dei primi ad offrire un servizio di mvp completo ed è quindi anche il più utilizzato. Dalla versione free a quella a pagamento è possibile sfruttare tutte varie opzioni di creazione app, dal design all'inserimento di logiche di funzionamento tramite una interfaccia dedicata drag and drop che però non è proprio intuitivissima. Bubble dispone di oltre 1000 plugins sia interni sia per connettersi a servzi esterni e una motitudine di tempalte già pronti per essere utilizzati, molti dei quali gratuiti.

Le caratteristiche sono molte, difficile elencarle tutte, posso dire che c'è tutto quello che generalmente serve sia ad una app sia ad un sito web, supporto multilingua, connessione a dati esterni, libertà totale nel design senza restrizioni, pixel perfect, soluzione di hosting integrata e scalabile, collaborazione in team, ecc...

Unica pecca il prezzo che nella fascia più bassa (25$ mese) non offre grandi particolarità e bisogna andare su piani più costosi per avere il pacchetto completo, ovviamente si può sempre partire dal basso e nel caso la tua app dovesse decollare, beh a quel punto pagare un canone più alto non sarà certo un problema.

Wavemaker

WevemakerQuesto tool non è certo per chi ha poco buget infatti si parte da 500$ al mese che non è poco, tuttavia la lista di caratteristiche è molto ampia e se non fosse per il prezzo, sicuramente avrebbe molto più successo anche tra le piccole aziende.

Con wavemaker possiamo create un numero infinito di apps, ache col piano base e offre un'interfaccia intuitiva drag and drop, widgets, temi e layout tra cui scegliere da customizzare, la possibilità di sfruttare l'opzione 1 click per distribuire un app completa, protezione contro le vulnerabilità, API per la connessione con servizi esterni e il codice prodotto può essere scaricato senza nessuna restrizione.

Wavemaker a differenza di altri è un tool low-code, il che significa che una parte del codice va scritta, ma non in tutti i casi, l'interfaccia darg and drop permette di creare relazioni con gli elementi visivi ma ovviamente in casi molto particolari per esigenze ben precise è possibile estendere le funzionalità offerte in modo automatico e scrivere del codice custom, ecco da cui l'espressione low-code.

DronaHQ

Drona HQQuesto software si presenta come soluzione sempre low-code specificatamente per la realizzazione di: forms, visualizzazione di dati remoti, strumenti di lavoro interni, app per automatismi, app business e dashboard. Ovviamente è possibile fare molto altro anche se queste sono le applicazioni proncipalmente promosse sul loro sito.

Interessante il motore interno (Rule Engine) che gestisce le logiche, caratterizzato da quattro elementi: validazione dati, visibilità di elementi basato su regole, procedure annidate basate su AND e OR, validazioni complesse basate su regex.

Si parte dal piano gratuito, limitato ad una sola app con 200 tasks al mese, sufficiente almeno per provare e rendersi conto se vale la pena continuare e fare l'upgrade.

DronaHQ vanta una serie di clienti di tutto rispetto, come Nestle, Pfizer, Deloitte e Shell, quindi sicuramente ha dei punti validi da non sottovalutare anche se questo software sembra molto mirare all'incrementare la produttività aziendale fornendo app per sviluppo interno più che app al pubblico.

UI Bakery

UI BakeryCome suggerisce il nome stesso UI Bakery si focalizza molto sul lato Front End, loro stessi dicono che il loro software è come Webflow ma per lo sviluppo di web app.

Sistema no-code al 100%, adatto a designers, altamente personalizzabile con possibilità di scaricare il codice generato. Tantissime risorse, con anche dei webinars disponibili su YouTube per imparare le caratteristiche principali con molti esempi pratici.

Non è possibile sviluppare app mobile, il codice generato è Angular 10 (al momento) ma può essere usato per app web.

Interessante il fatto che non è possibile registrarsi al sito direttamente ma bisogna chiedere l'accesso anche per la versione gratuita, scelta alquanto discutibile.

Airtable

Airtable mvpL'ultimo MVP tool è Airtable, software molto utilizzato per via dei costi ridotti rispetto ad altri, si parte con la versione gratuita limitata, per arrivare alla versione PRO per soli 20$ al mese. Usato anche da Tesla e WeWork è sicuramente uno dei software che dispone di molto materiale, templates, applicazioni terze, tutorials e guide all'ìuso.

Si presenta come software mvp specifico per gestire database e fogli di calcolo, per la gestione interna di flussi di lavoro (CRM) e ogni tipo di task.

Non è propriamente un software per la creazione di app ma merita la menzione per il fatto di essere uno dei più vecchi e più usati, sicuramente da tenere sempre a portata di mano per eventuali richieste da parte di clienti, si presta per diverse esigenze di lavoro, se ben settato può alleggerire di parecchio il worflow interno di una azienda senza dover sviluppare software dedicati, sicuramente per grosse realtà con team di lavoro importanti.